Three Headed Monkey's Blog

News and Updates

copertina00.png

Guida Kickstarter #00: Cos’è

Chi non ha un sogno da realizzare? Sì, quello chiuso nel cassetto da anni… l’idea geniale che non hai portato avanti per pigrizia, paura, mancanza di tempo/soldi… L’utensile da giardinaggio strambo che hai costruito, il nuovo libro che stai scrivendo, l’app per cellulari in grado di rivoluzionare il mondo dei social… Che aspetti?

Ah… Sì… servono i soldi. I “maledetti soldacci” come dice babbo. Ed invece è qui che ti sbagli! Ed è qui che i siti di “crowdfunding” trovano la loro utilità. Grazie ai siti di “crowdfunding”
(letteralmente: “finanziamento da parte della folla”) è possibile presentare la propria idea al mondo della rete e, se giudicata meritevole, vedersela finanziare da persone come me e te!kickstarter

Esistono decine di siti di crowdfunding ma quello di cui scriverò oggi e nei prossimi articoli è Kickstarter, letteralmente “Calcio d’inizio”. Kickstarter nasce nel 2009 e, dati alla mano, ha ricevuto più di 1,9 miliardi di dollari di finanziamenti da 9,4 milioni di investitori in tutto il mondo, per la riuscita di più di 250.000 progetti creativi (dati settembre 2015).

Finanziare un progetto significa donare al creatore una determinata cifra (pledge), a cui ovviamente corrisponde una ricompensa. Ogni progetto Kickstarter ha una durata temporale definita, durante la quale il creatore si prefigge di raggiungere una determinata cifra (goal). Alla fine di questo periodo, se la campagna è finanziata, Kickstarter verserà i soldi al creatore che attuerà quanto promesso. In caso questa cifra goal non venga raggiunta, né il creatore né i finanziatori (che su Kickstarter si chiamano “backers”) dovranno sborsare 1 centesimo.

Ma diventare un backer non è solo fare una donazione. Essere un backer vuol dire entrare a far parte di una comunità di persone che discutono con il creatore per, se possibile, rendere ancora migliore l’idea iniziale. Per questo molte volte, diventare un backer fa sentire un po’ innovatori, perché abbiamo detto la nostra o perché comunque abbiamo aiutato a far nascere un qualcosa che prima non esisteva. Ultima cosa, ma non meno importante è che spesso diventare un backer significa avere il prodotto ad un prezzo decisamente più competitivo che sul mercato!

Kickstarter presenta progetti suddivisi in 15 tipologie: Arte, Fumetti, Creazioni, Danza, Design, Moda, Film&Video, Cibo, Giochi, Giornalismo, Musica, Fotografia, Tecnologia e Teatro. Ce n’è per tutti i gusti… Da Clorofille, il kit con tutto l’occorrente per far crescere una pianta con cui poi creare colori, saponi, bevande o spezie per pasti squisiti. A Mint works, una scatola di mentine che racchiude un vero e proprio gioco in scatola! E che dire si Sgnl, il cinturino per orologi che ti permette di fare e ricevere chiamate avvicinando l’indice all’orecchio?patchworkkickstarter

E allora che aspetti a mostrare la tua idea? O a supportare l’idea di un altro creatore dall’altra parte del mondo?

 

 

KiraGuida Kickstarter #00: Cos’è
Share this post

Related Posts